Siamo folli, ma soprattutto affamati.

Bisogna essere un po' folli per fare questo tipo di lavoro. Considerando però la chiusura dei manicomi, la cosa più difficile resta riuscire mettere insieme un gruppo di pazzi in un unico posto e ancora più difficile farli collaborare e interagire.
Senza limiti di età e mentalità la Renna Creative Agency si fa carico di elementi che hanno prima di tutto stima dei propri interessi e che con sacrificio li trasformano in quello che è il proprio lavoro. Fotografi, grafici, creativi, autori, registi, attori, artisti, tutti insieme nello stesso posto con l'obbiettivo finale di divertirsi, imparare, crescere, emozionarsi, perché il risultato finale del lavoro vero è proprio verrà con un semplicità enorme se tutti lavoro con il sorriso. :)

Eccoci.

Se vi serve un favore, chiedetelo davanti ad una bottiglia di buon vino.

Edoardo Iaccheo

Artist & Mentor Coach


Gaetano Renna

Creative Director


Luca Fàsulo

Videomaker


Francesca Cito

Senior Graphic Desinger


Donato Sabato

Web Developer


Antonio Petrillo

Designer della comunicazione


Aira Ingino

Photograper


Carmen Evan

Junior Designer


Antonio Intorcia

Photograper


Felice Caputo

Copywriter


HOP!

un progetto artistico, culturale e innovativo.
Entrare in un luogo in cui tutti possano trovare uno spazio collettivo per creare, socializzare, uscire al di fuori del proprio mondo. Aprire la mente a discorsi e discussioni, fare domande, restare stupiti, crescere e magari evolversi, pensare al di sopra dell'ostacolo.
"Fare un balzo verso l'alto restando sempre con i piedi a terra!"

Entrare in una dimensione in cui tutti possano trovare spazio per creare, socializzare, uscire al di fuori del proprio mondo.

Un'agenzia di comunicazione, un collettivo di formazione laboratoriale e perchè una galleria d'arte rivisitata secondo le nostre esigenze. Ovviamente non potevamo non condividerla.

Lo studio
diventa spazio.


Un creativo è sempre in costante ricerca di un esperienza che gli faccia accendere quella lampadina. Se solo si potesse viaggiare vivendo solo l'esperienza e senza affrontare il viaggio in se sarebbe divino. Teletrasportarsi nei posti, essere ovunque per vedere, capire e portare avanti un idea. Ecco che insieme al professore Edoardo Iaccheo abbiamo decido di arredare lo studio con tutte le sue opere, i suoi viaggi, le sue esperienze. Ogni opera ci porta in giro per il mondo e ci ispira, riusciamo passeggiando nel nostro spazio ad essere in molti posti. Ve ne riproponiamo qualcuno.

Nasce
l'evento.


Arti visive e giochi di luce, musica sperimentale e interattività uniti all'astrattismo delle opere del Professore Edoardo Iaccheo sono il "salto" verso una nuova concezione di Arte e Unione.